lunedì 25 giugno 2012

Isola di Pasqua, la "camminata" delle statue Moai

In questi due video la ricostruzione, pubblicata dal National Geographic, della "camminata" dei Moai.

I video

sabato 2 giugno 2012

Tutte le bufale del terremoto

Come spesso avviene quando si verificano catastrofi, come il terremoto di questi giorni i Emilia, si innesca una affannosa ricerca delle cause. Trovandole, si spera si possa impedire la ripetizione di eventi simili. Nel caso del terremoto l’operazione non è così semplice: le forze in gioco sono quelle del Pianeta Terra, e non sono facilmente domabili. Ma non è facile accettare questo principio, tanto è vero che c’è stata una rincorsa, spesso effettuata su basi poco scientifiche, ad altri fattori responsabili.

I complottisti hanno dato la colpa all’Haarp (High Frequency Active Auroral Research Program) un impianto segreto (ma in realtà non lo è: si trova a Fairbank, Alaska) che ufficialmente si occupa di ricerche sulla ionosfera e sulle onde radio. Per quanto parte della ricerca effettuata possa essere segreta (è un sito militare) ed effettivamente alcune delle supposizioni non siano ancora state chiarite, la possibilità che l’impianto possa generare terremoti è in contrasto con le leggi della fisica. Questi fenomeni infatti prevedono intensità energetiche che difficilmente potrebbero essere generate dalle antenne presenti in Alaska. Inoltre il campo geomagnetico viene generato dalla Terra a molte migliaia di chilometri di profondità ed è isolato da strati di roccia.

Continua qui 

I perché della scienza: tutto ciò che c’è da sapere sul terremoto in Emilia

Tutti gli approfondimenti sui terremoti